I pensionati giapponesi scelgono la speculazione?

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://www.valori.it/immagini_articoli/201208/bandiera-giapponese.jpg

Asset alternativi, cioè speculativi, in grado di garantire rendimenti maggiori. Sarebbe questo l’obiettivo del fondo pensione nazionale giapponese, il più grande del mondo nella sua categoria (vale circa 1,26 trilioni di dollari) nonché uno degli attori principali negli equilibri del sistema economico della nazione nipponica, caratterizzata, come noto, da un significativo fenomeno di longevità (e quindi invecchiamento progressivo) della sua popolazione. Lo ha riferito in questi giorni il portale specializzatoFinalternatives.

Il fondo pensione giapponese investe abitualmente in asset relativamente sicuri (bond nazionali o stranieri, azioni etc.) ma il governo vorrebbe ora espandere la propria strategia. “Stiamo discutendo con vari investitori globali” ha precisato di recente il direttore generale del dipartimento di ricerca del fondo pensione nazionale Tokihiko Shimizu. Anche per questo non si escludono operazioni che coinvolgano il settore delle private equity e degli investimenti alternativi più in generale. A gennaio, riferiva l’Economist, il premier nipponico Shinzo Abe aveva incontrato il miliardario Usa George Soros in occasione del vertice di Davos. Nel corso del colloquio, sostiene il settimanale britannico, il finanziare statunitense avrebbe apertamente suggerito al capo del governo di Tokyo di orientare la strategia del fondo verso investimenti più rischiosi per ottenere rendimenti maggiori.
Fonte: www.valori.it
Matteo Cavallito    @ cavallito@valori.it

 

Commenta il post