Summers: i debiti degli studenti bloccano la ripresa Usa

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://valori.it/immagini_articoli/201305/dollari.jpgLa ripresa dell’immobiliare americano e, più in generale, della stessa economia Usa sarebbe frenata da un fattore forse eccessivamente sottovalutato: il peso dell’enorme debito deglistudenti. Lo ha sostenuto in questi giorni l’ex numero uno del National Economic Council della Casa Bianca Larry Summers nel corso di una conference call con alcuni deputati democratici i cui contenuti sono stati ripresi dal Wall Street Journal. “Un tempo i prestiti agli studenti costituivano un problema relativo al finanziamento dell’istruzione – ha dichiarato Summers – e non una questionemacroeconomica”. Al contrario di quanto accade oggi, insomma.

La tesi è relativamente semplice. L’aumento del debito che grava sulle spalle degli studenti starebbe limitando la capacità di spesa di questi ultimi impedendo loro, in particolare, di conseguire i finanziamenti necessari per l’acquisto della prima casa. Tra il 2007 e oggi, ricorda il WSJ, l’ammontare del debito degli studenti Usa è praticamente raddoppiato collocandosi ora a quota 1.100 miliardi di dollari. Un’ipotesi di legge per consentire il rifinanziamento del debito degli studenti a tassi di interessi più bassi è tuttora allo studio dei democratici.
Fonte: www.valori.it
Matteo Cavallito    @ cavallito@valori.it

Commenta il post