Shell, in bilico un progetto in Cina

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://www.valori.it/immagini_articoli/201206/china-flag.jpgSi complicano gli affari di Shell in Cina. Stando ad alcune indiscrezioni riportate dal quotidiano Telegraph, il colosso petrolifero avrebbe infatti accantonato un progetto del valore di 8,3 miliardi di sterline.
Si sarebbe trattato – spiega il giornale britannico – di un impianto petrolchimico e di raffinazione nella città di Taizhou, nato dalla partnership con Watar Petroleum e China National Petroleum Group. Uno stabilimento studiato per raffinare ogni anno 20 tonnellate di greggio e produrre 1,2 tonnellate di etilene.
I lavori, pianificati a partire dal 2008, dovevano partire lo scorso anno. Si erano già fatte sentire anche le proteste dalla popolazione locale, che temeva che l'impianto potesse essere usato anche per produrre paraxilene, un componente chimico tossico usato per il poliestere. Ma, a quanto pare, al progetto sarebbe venuto a mancare il necessario sostegno politico. E sarebbe stato dunque fermato.  

Secondo le fonti interpellate dal Telegraph, il sipario sarebbe definitivamente calato. Stando alle dichiarazioni di un portavoce di Shell, invece, sarebbe in corso uno studio di fattibilità.
Fonte: www.valori.it
Valentina Neri    @ neri@valori.it

Commenta il post