Gli Usa bloccati sulle scorie nucleari

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://valori.it/immagini_articoli/201103/centrale_nucleare.jpgLe centrali nucleari statunitensi sono impegnate a costruire o espandere le proprie strutture distoccaggio del combustibile esausto. Il deposito nazionale su cui si puntava, ad oggi, è ancora di là da venire. 
A maggio del 2013 si stimava che fossero 69 mila le tonnellate di rifiuti radioattivi negli Usa. Come spiega l'Huffington Post, sono custodite prevalentemente incontainer d'acciaio e calcestruzzo costruiti a partire dagli anni Ottanta. Questi ultimi però dovevano essere soltanto una soluzione temporanea e si cerca di capire quanto a lungo possano reggere ancora. Il sito di informazione americano cita il caso della centrale di Millstone che, in assenza di alternative, sta accumulando enormi contenitori d’acciaio su quello che fino al 2005 era un parcheggio. 
Il governo statunitense spera di superare l'impasse dovuto all’abbandono del deposito nellaYucca Mountain, in Nevada. Le destinazioni plausibili potrebbero essere il New Mexico, il Texas e il Mississippi. Ma bisognerà attendere la nuova legislazione, ancora ferma al Congresso. Per questo, le centrali nucleari sono costrette ad attrezzarsi in autonomia per conservare le proprie scorie radioattive per un periodo indefinito.  
Fonte: www.valori.it
Valentina Neri    @ neri@valori.it

Commenta il post