Gli elettori francesi confermano il rifiuto della politica di Hollande

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://www.movisol.org/pix/rifiuto_Hollande.png

Il ballottaggio delle elezioni municipali francesi non ha portato grandi cambiamenti dai risultati del primo turno svoltosi il 23 marzo. Il Fronte Nazionale di Marine Le Pen ha confermato il suoexploit, aggiudicandosi 10 città e un arrondissement a Marsiglia, dopo essere giunto primo in 15 città al primo turno.

Il Partito Socialista ha sofferto una severa sconfitta, da attribuire alla mancanza di prospettive e di leadership del presidente Hollande, mentre la destra tradizionale, l'UMP di Nicolas Sarkozy, ha ottenuto risultati significativi anche se non ha stravinto.

Un segno vistoso di demoralizzazione dell'elettorato è l'astensione, che ha raggiunto il livello record del 36,4% nel primo e del 36,3% nel secondo round.

I risultati del FN hanno monopolizzato l'attenzione dei media. Infatti, Marine Le Pen è stata molto abile a sdoganare il proprio partito, fondato dal padre Jean-Marie, e a presentarlo come formazione nazionale, anti-euro, anti-sistema (e filorusso). Ma la maggior parte dei membri continua a fare propaganda alla vecchia maniera, calcando su temi razzisti e di ordine pubblico.

Il FN ora mira al risultato alle europee, sull'onda del sentimento generale che porterà movimenti e partiti anti-Euro in forza a Strasburgo. Secondo un sondaggio Ipsos condotto il 27-29 marzo, il FN otterrebbe il 22% dei voti, solo due punti dietro l'UMP ma davanti al PSF che si fermerebbe al 19%. Pochi mesi fa il FN era avanti anche all'UMP.

Jacques Cheminade ha commentato dopo il primo turno: "Il PS ha meritato di perdere, la destra non meritava di vincere e il Fronte Nazionale è il bambino nato dalla loro impotenza".

Ora Hollande si troverà in una situazione impossibile, se vorrà mantenere la politica di integrazione nell'UE e di compiacenza verso le grandi banche e la City di Londra. Significativamente, un articolo in prima pagina di Le Figaro il 31 marzo affermava che la sua sola speranza è quella di diventare un nuovo Tony Blair. Ma allora cadrebbe dalla padella alla brace.

Fonte: www.movisol.org

 

Commenta il post