Gb. Petrolio, cala la produzione nel Mare del Nord

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/f8d5128f945e82b00e3e35b59848c2fc_XL.jpgBrutte notizie per l’industria petrolifera britannica: l’estrazione di petrolio e gas naturale nelle zone del Mare del Nord quest’anno potrebbe segnare un -22%.

A dirlo, riporta l’agenzia Bloomberg, è Oil & Gas UK, che ha nettamente abbassato le proprie previsioni relative alla produzione giornaliera. Se infatti lo scorso anno la media si attestava su 1,54 milioni di barili al giorno, nel 2013 - stando alle ultime stime - ci si fermerà a un volume compreso fra 1,2 e 1,4 milioni di barile, avvicinandosi verosimilmente alla stima più bassa. Le previsioni per il prossimo anno si mantengono all’incirca sugli stessi livelli. E i 2 milioni di barili al giorno, che solo pochi mesi fa erano considerati l’obiettivo per il 2017, stando agli ultimi aggiornamenti non saranno raggiunti prima della fine del decennio. Ma, nonostante la produzione in calo, gli investimenti continuano a crescere: quest’anno secondo gli analisti si raggiungeranno i 13,5 miliardi di sterline, mentre nel 2012 erano pari a 11,4 miliardi. 

Commenta il post