Eccellenze finanziarie. Once were warriors. Oggi investitori di successo

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://www.valori.it/immagini_articoli/201402/bay_of_islands_aerial_2.jpg

Un capitale iniziale frutto di uno storico braccio di ferro, una gestione oculata delle risorse e soprattutto una diversificazione vincente degli investimenti. Il risultato? Una serie di operazioni di successo capaci di battere ogni benchmark di mercato certificando il trionfo finanziario di un soggetto davvero speciale: la comunità di Ngāi Tahu, la principale tribù Maori della Nuova Zelanda meridionale. È la curiosa storia raccontata dal Wall Street Journal.

La vicenda prende il via nel 1998 quando la comunità indigena ottiene dal Governo un risarcimento da 170 milioni di dollari neozelandesi (al cambio attuale circa 144 milioni di dollari Usa). La logica imporrebbe la soluzione più ovvia, la redistribuzione ai suoi membri. Ma la comunità ha un piano più ambizioso: investire il capitale sul mercato diversificano il portafoglio. Ispirandosi ai modelli gestionali dei fondi delle principali Università Usa, la comunità investe nel mercato azionario, in quello immobiliare e nei servizi turistici per citare solo alcuni esempi. Oggi, la capitalizzazione del fondo supera il miliardo di dollari NZ e i dividendi già distribuiti hanno superato i 200 milioni. A certificare il successo c’è l’inevitabile confronto con i benchmark, gli indici di riferimento, del mercato. Nel giugno scorso, il fondo della comunità aveva fatto registrare unrendimento annuale del 25,3%, più del doppio di quelli realizzati dai colleghi di Yale e Harvard. Il rendimento medio degli ultimi quattro anni è stato del 14%, un risultato migliore rispetto a quello ottenuto nello stesso periodo dall’indice di riferimento della borsa locale, il NZX-50 share, che si è fermato al 12,9%.
Fonte: www.valori.it
Matteo Cavallito    @ cavallito@valori.it

 

Commenta il post