Crisi, in Italia cinque milioni di poveri

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/a3d45fdab162723fa3ababbf2da553db_XL.jpgL'allarme della Coldiretti: gli italiani indigenti sono il doppio rispetto a cinque anni fa. Crollo dei consumi alimentari.

Sono quasi cinque milioni gli italiani che si trovano in una condizione di povertà assoluta, quasi il doppio rispetto al 2008 anno di inizio della crisi economica. L'allarme è lanciato dalla Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi alla situazione economica italiana degli ultimi cinque anni. Per la precisione i cittadini che non hanno una disponibilità economica sufficiente neanche ad acquistare beni e servizi essenziali per vivere sono sono 4,81 milioni con un incremento del 99% rispetto al 2008.

Paradossalmente la situazione si è aggravata in misura minore nel meridione (+90%), rispetto al Nord (+105%). Ma il record negativo va alle famiglie del Centro Italia dove l'aumento della povertà si è fissato a +112%. In valori assoluti si contano 2,35 milioni di cittadini in grave difficoltà a Sud, 1,78 mln al Nord e 684mila al Centro. In totale negli ultimi cinque anni sono entrate in condizione di povertà 3,4 milioni di persone.

Secondo l'organizzazione agricola, l'effetto principale è stato un crollo storico dei consumi di beni essenziali a partire da quelli alimentari. Il 16,6% degli italiani non può permettersi una pasto con un contenuto proteico adeguato almeno una volta ogni due giorni. La spesa delle famiglie riservata all'alimentazione è tornata indietro di 20 anni. Nel 2012 è stata pari a 117 mld, circa mezzo mld in meno rispetto al 1992. Gli alimenti a cui si rinuncia maggiormente, in base ai dati Ismea-Gfk Eurisko relativi al primo semestre 2013, sono l'olio di oliva extravergine (-10%) , il pesce (-13%), la pasta (-10%), il latte (-7%), frutta e verdura (-3%) e carne (-2%). Dall'inizio dell'anno la spesa alimentare si è contratta di un ulteriore 4%.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post