Appello a tutti i risparmiatori italiani. No aumento rendite finanziarie

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

http://cdn.finanzainchiaro.it/wp-content/uploads/bfi_thumb/basta2-2wbyedypkmvyjhg0s9ygay.jpg

L’assurda decisione di Renzi di aumentare la tassazioni sulle plusvalenze dall’attuale 20% al 26% è la scelta più folle che potesse esser fatta.

Occorre, in tutte le maniere, far in modo che questa idea malsana non si concretizzi, non possiamo accettare l’eutanasia del nostro Paese.

Bisogna quindi bloccare Renzi e far capire all’Italia che così si va alla rovina ed allora, a mio avviso, senza disperderci in iniziative diverse occorrerà convogliare le nostre forze in una unica direzione.

Ecco quindi la mia proposta.

Tutti coloro che posseggano azioni od obbligazioni bancarie si rechino presso lo sportello nel quale intrattengono il rapporto chiedendo di liquidare l’investimento, facendo presente chiaramente al Direttore della filiale che è un gesto di protesta contro l’assurdo aumento della tassazione sulle rendite finanziarie.

Se soltanto il 10% di noi rispondesse al mio appello l’intero sistema bancario italiano sarebbe al collasso e dato che le banche sono praticamente le uniche compratrici di titoli dello Stato porterebbero con sé l’Italia al fallimento.

Visto che lo spirito di sopravvivenza dovrebbe prevalere (almeno quello) forse ci sarebbe un passo indietro del Governo e le auspicabili dimissioni di Renzi con la definitiva conclusione anche della sua attività politica.

Naturalmente sono interessato a conoscere altre proposte che potrebbero scaturire da voi lettori, ciò che comunque vi chiedo fin d’ora è che siano semplici ed immediatamente attuabili.

Ora è arrivato il momento di far sentire anche la voce dei risparmiatori.

Giancarlo Marcotti 

 

Commenta il post