Via libera ai bitcoin in California

Pubblicato il da IL Grande Inganno

Adesso c’è anche il definitivo nulla osta formale. Con un provvedimento firmato nella giornata di ieri, il governatore della California Jerry Brown ha approvato la definitiva abrogazione di una vecchia norma che proibiva esplicitamente l’uso di qualsiasi mezzo di pagamento diverso dal dollaro nel territorio dello Stato. Una decisione che abbatte in modo permanente le ultime barriere legali all’utilizzo delle valute virtuali a partire, ovviamente, dal bitcoin stesso. Lo riferisce la stampa americana.

La nuova legge, ha ricordato il deputato californiano Roger Dickinson ripreso dal Los Angeles Times, si limita di fatto a riconoscere una prassi ormai consolidata che ha già trovato la legittimazione di alcune grandi società private. “In un’epoca caratterizzata da sistemi di pagamento in evoluzione – ha affermato Dickinson – come i gli Amazon Coins o le Starbucks Stars, non è possibile ignorare il crescente utilizzo di denaro alternativo”. Il provvedimento, insomma, sembra limitarsi a prendere atto di una realtà già evidente. Ma il suo significato resta comunque importante considerando il peso economico della giurisdizione – la California resta lo Stato più popoloso d’America - in cui la norma è stata approvata.
29 Giugno 2014
Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Commenta il post