Cina, rallenta la crescita dei debiti locali

Pubblicato il da borsaforextradingfinanza

Cina, rallenta la crescita dei debiti locali

L'aumento del debito pubblico locale cinese evidenzia un sostanziale rallentamento inducendo, forse, a un moderato ottimismo. Ma i rischi e il problema della corruzione restano evidenti. Lo segnalano i dati diffusi dal National Audit Office di Pechino e ripresi dal South China Morning Post (SCMP). Tra la fine di giugno 2013 e la fine di marzo di quest’anno, il debito delle aree monitorate - nove municipalità e altrettante province – è cresciuto del 3,8%, sette punti percentuali in meno rispetto all’espansione rilevata nel primo semestre dell’anno passato. Una riduzione del tasso di crescita che fa ben sperare ma che conferma, comunque, il problema persistente. Nel periodo osservato, nota il rapporto di Pechino, un ammontare totale di debito pregresso pari 58 miliardi di yuan (quasi 7 miliardi di euro) sarebbe stato ripagato tramite il ricorso a nuovi prestiti.

Ma a preoccupare, rileva il SCMP, è soprattutto la corruzione e la diffusione di pratiche irregolari. Nel marasma dei 154 miliardi di yuan di spesa complessiva, evidenzia il rapporto, ci sono viaggi non autorizzati e spese inutili. Il peso complessivo di queste ultime per viaggi, meeting e trasporti è calato del 23% rispetto all’anno passato anche a seguito, nota ancora il quotidiano di Hong Kong, del giro di vite del Governo sui costi sostenuti dalle amministrazioni locali. Ma i segnali negativi sono sempre presenti. Il 30% circa delle decisioni rilevanti assunte dalle 11 impresestatali osservate, sostiene l’indagine, evidenzierebbero infatti comportamenti illeciti e irregolarità.

Fonte: www.valori.it

Matteo Cavallito @ cavallito@valori.it

Commenta il post